Un riciclattolo con un giocattolo... (guest post) di Riciclattoli! - DIY magnetic puzzle


Titolo2013

Possiamo parlare di affinità elettive, o più banalmente di ‘cacio sui maccheroni’, fatto sta che Riciclattoli e la Raccolta di Riciclo Creativo per Bambini non possono che volersi bene – tanto che quest’anno abbiamo perfino aperto un concorso insieme (e insieme a Artefatti!).
Riciclattoli è un’idea geniale (ora anche libro) che vi dimostra come con quella che alcuni si ostinano a considerare spazzatura si possano creare giochi divertentissimi per i più piccoli, e anche belli. Valentina ha un irresistibile stile in cui accosta semplicità e design moderno (cartone e scatole del latte che non nascondono affatto la loro provenienza, colori forti o neon, washi tape) e poi, ed è forse l’elemento più importante, i suoi riciclattoli sono davvero alla portata di tutti.
Se questo non bastasse, un’infinità di coincidenze ci rende molto simili (mamme, mamme expat, due figli su due coetanei, mamme expat re-expattate in Germania, e così via…), tanto che mi è venuto da sorridere quando ho visto il suo post: io ho riciclato un giocattolo per lei, e oggi lei ne ricicla uno per me! Cosa volete di più?

Eccomi, lasciatemi mettere, per così dire, le mani avanti. 
Il guest post da mammabook mi onora e mi fa salire al contempo un po' di - come dire - ansia da prestazione, viste tutte le incredibili blogger che sta ospitando. 
Il mio è un blog piuttosto giovane, che ha avuto l'immensa fortuna di diventare un libro, ma tutto questo mi è capitato in frettissima, lo stesso anno in cui è nato il mio secondo figlio, tra mille cambiamenti di vita (come ad esempio un bel trasferimento internazionale). Quindi io mi sento non solo fortunata, ma in perenne debito di tempo (oltre che di sonno), cosa che credo accomuni un po' tutte le mamme, e un po' sotto pressione: ho mille progetti e ne riesco a fare 2, vorrei imparare trecento cose e informarmi su altrettante, e non sempre (leggi quasi mai) ce la faccio. 

Ecco… ho un po' la sindrome dell'ultima della classe. 

Detto ciò, ho preparato una cosetta davvero semplice, tanto nell'ideazione, quanto nella realizzazione, quasi banale, che però alla fine ha avuto molto successo in casa mia. Così son riuscita a recuperare un giocattolo rotto che sarebbe finito in qualche cesta e poi nel cestino dei rifiuti (anzi, della raccolta differenziata!). Questa è un po' l'idea che mi piace far passare sul blog e naturalmente a casa mia: non c'è sempre bisogno di grandi idee, materiali e tempo. Da cose vecchie, che già abbiamo in casa, in 2 semplici passaggi possiamo creare qualcosa di nuovo, divertente e a costo zero, senza bisogno di sprecare, buttare o continuare a comprare nuovi oggetti.



Ora vi spiego: avevo questo bel gioco a incastro di legno (sopra era forato per incastrarci le forme di legno, mentre ai lati aveva queste listarelle con cui comporre buffi personaggi), che però non ha sopportato i vari trasferimenti nonché le pressioni dei due pargoli e quindi si è sconquassato (nel senso che stava in piedi, ma appena veniva toccato usciva dall'asse e crollava) e i miei tentativi per rimetterlo in asse con colpi qua e là non sono serviti a nulla.

Però visto che ci ero affezionata e mi piaceva, ho pensato bene di recuperarlo e crearci un nuovo gioco: ovvero un puzzle magnetico da frigo (o qualsiasi superficie adatta). 


Per farlo mi son procurata delle calamite piatte e le ho incollate con la colla a caldo sul retro delle listarelle di legno del vecchio gioco.



Ed ecco il vecchio gioco è tornato a nuova vita per il divertimento dei miei bambini!


Grazie Vale! Finiamo in bellezza con una bella tirata d’orecchie? Mancano solo cinque giorni alla chiusura del Contest Vacanze Riciclosee Fai da Te, e vi ricordo che tra i premi c’è proprio il libro di Valentina – correte ad iscrivervi!
Appuntamento a venerdì, con un’ospite irresistibile…

Labels: , , ,